Legno in Arte di Amodeo Antonio

L'artigiano Antonio Amodeo, mastro bottaio ormai da mezzo secolo, è uno tra i più conosciuti bottai di Marsala, con la sua ditta "Legno in Arte" è tra i pochi artigiani a tenere ancora in vita un'antica tradizione che sta ormai scomparendo.
Un mestiere affascinante e una storia singolare, già da piccolo Antonio aiutava il fratello maggiore impegnato nella produzione di botti per il vino. L’arte di costruire botti nella nostra città è antica quanto quella di produrre vino. Leggenda che l’ha fatta conoscere in tutto il mondo, quale terra dove è nato e vive tuttora un mito, il Marsala.
Una delle tecniche di invecchiamento per il Marsala è – ad esempio – il sistema “perpetuo” o “soleras” che prevede la sistemazione delle botti in più file sovrapposte, dalla fila più in basso si preleva circa il 10 per cento del contenuto per essere avviato all’imbottigliamento, mentre il vuoto determinatosi si colma con il vino prelevato dalle file superiori.
L'attività artigianale del bottaio affascina i clienti di tutti i paesi del mondo; clienti che richiedono botti in rovere per arredare casali e ristoranti con un particolare tocco “Made in Italy”. Un'antica arte dedicata a chi con gusto vuole conquistarsi un pezzetto di tradizione italiana ed avere tra la sua collezione un pezzo unico di Antonio Amodeo.

Le Botti

Le botti sono realizzate in rovere oppure in castagno e sono di diverse dimensioni, molto particolari ed affascinanti sono le “piramidi” di fusti che si possono vedere nelle cantine storiche della città.
Il Sig. Antonio Amodeo fabbrica sia le botti di castagno, adatte per un utilizzo, per così dire, più giornaliero sia le botti di rovere, legno più pregiato, più adatte invece all' invecchiamento. La ditta “Legno in Arte” è in grado di costruire botti da 2 sino a 1.000 litri, di forma rotonda, ovale, oppure su misura in base alle specifiche richieste e necessità del cliente.
Con impegno e passione il Sig. Antonino Amodeo è riuscito ad adattare le botti a tutto: cantinette, mobili bar, pezzi di arredamento.

Come nasce una botte

Il lavoro del mastro bottaio è un lavoro duro, fatto di molti sacrifici; il Sig. Amodeo per costruire le sue botti, lavora tra fuoco e vernici per molte ore al giorno. La prima parte del processo di fabbricazione consiste nel tagliare le lastre di legno (doghe), tutte della stessa lunghezza. Le doghe vengono prima piallate e poi piegate attraverso il fuoco e l'acqua, sfruttando così l'effetto del vapore che riscalda ed ammorbidisce il legno, il quale si curva con l' utilizzo di un martello. Poi le doghe sistemate una accanto all'altra prendono la forma della botte e vengono strette temporaneamente con delle fasce d'acciaio, l’estremità di ogni doga viene incisa con un incastro, per permettere la sistemazione del tappo circolare o ovale a seconda del tipo di botte. Poi durante la finitura, le fasce d'acciaio vengono tolte e sostituite con cerchi dello spessore di 2 millimetri. Al termine del processo di fabbricazione la botte viene lucidata al tornio, in modo da presentarsi perfettamente liscia e bella anche dal un punto di vista estetico.


Legno in Arte di Antonio Amodeo
Via Salemi, 107
91025 Marsala (TP)
Tel. e Fax 0923.715471
Cell. 340.9010910